Il Destino in una Virgola

Come si fa a rinchiudere il Destino nei confini angusti di poche pagine? Non si può, punto e basta.

Però si può provare a darne un assaggio, a condividere – come sempre – emozioni ed impressioni, a raccontare storie o esperienze. Ed è quello che abbiamo fatto noi in questo numero della Virgola. Provare, forse riuscire, forse fallire. In ogni caso, comunicare. 

Era il settembre del 2012 ed usciva il quarto degli otto numeri della Virgola. Eravamo a metà del cammino, ma questo allora non lo sapevamo. Perché se anche fosse vero che il Destino è scritto, da qualche parte, noi da quaggiù non lo sappiamo prevedere se non dopo che ci abbiamo sbattuto contro.

Quindi non ci resta che goderci il presente e sospirare – alle volte – ripensando al passato, con una dose più o meno ampia di nostalgia a seconda del ricordo che abbiamo scelto. Quanto al futuro, chi vuol esser lieto, sia, di doman non c’è certezza.

La Virgola n.4 – Il Destino